Orticaria

OrticariaCon il termine orticaria si definisce una patologia cutanea caratterizzata da pomfi, spesso rilevati, di colorito rossastro-violaceo, altamente pruriginosi. Si defisce orticaria acuta se presente da meno di 6 settimane, mentre orticaria cronica se presente da oltre 6 settimane.

Il principale mediatore chimico dell'orticaria è l'istamina, che insieme ad altre citochine provoca la formazione delle tipiche lesioni pomfoidi di tale patologia.

L'orticaria acuta ha spesso una causa allergica, mentre l'orticaria cronica molto difficilmente è di natura allergica. Molto spesso la causa di orticaria cronica è sconosciuta: per tale patologia si usa il termine di orticaria idiopatica.

In alcuni casi l'orticaria cronica sottende problematiche di tipo autoimmunitario , precedendo anche di mesi l'insorgenza di altre patologie causate dalla produzione di autoanticorpi. Si delinea in questi casi il quadro delle sindromi polighiandolari autoimmuni.

In altri casi l'orticaria può essere causata da infezioni batteriche, parassiti, virus.

Diagnosi Differenziale

Un episodio di orticaria acuta spesso si evidenzia alcuni minuti dopo il contatto con un allergene e può durare da pochi minuti a diverse settimane. Tra le allergie alimentari spesso si hanno reazioni allergiche a molluschi, noci, arachidi, nocciole, uovo, grano, soia.

In altre situazioni infezioni da Streptococco, Helicobacter pylori, Anisakis possono causare orticaria acuta.

In altri casi l'orticaria è indotta da farmaci. Un'accurata anamnesi farmacologica è necessaria in questi casi. Ad esempio sono riportati in letteratura casi di orticaria da sulfaniluree, acido acetilsalicilico, amfetamina, penicillina, cotrimazolo, sulfonamidi, antiepilettici.

L'orticaria può anche essere fisica:

  • acquagenica , da contatto con l'acqua
  • colinergica , causata dal calore durante attività fisica o da sorgenti di calore (doccia calda..)
  • da pressione , prolungata (elastici, indumenti, collane, bracciali)
  • da vibrazione

 

L' orticaria solare è caratterizzata dalla comparsa di pomfi a seguito di una esposizione solare: una ricerca ematica di anticorpi foto sensibilizzanti.